Video

Brevi  testimonianze, al di fuori del documentario, per capire meglio il contesto delle storie che raccontiamo.

Douglas Tompkins
Douglas Tompkins, scalatore e fondatore del marchio North face, ha deciso di dedicare la sua vita alla conservazione del fragile ecosistema della Patagonia. Si è trasferito con sua moglie Kris nel sud del Cile per comprare terre, creare parchi naturali e salvare quegli spazi dalle conseguenze dell’antropizzazione selvaggia.


Manuel Baquedano
L’ambientalista cileno riflette sull’effettivo bisogno di
energia in Cile e sul modello di sviluppo nefasto che si vuole imporre.


Patricio e Cristian
Nella Patagonia cilena, due giovani gestiscono una piccola attività nel rispetto dell’ecosistema in cui vivono e si battono per difendere il fiume
Baker dal megaprogetto Hidroaysén.


Emilia, Daniel e Matías
Emilia, Daniel e Matías abitano a Caleta Tortel, un piccolo paese sulla foce del fiume Baker. Nel 2008 il 78% della popolazione si è dichiarato contrario al progetto di costruzione delle grandi dighe attraverso una consultazione cittadina. Da alllora il consorzio HidroAysén ha stanziato diversi milioni di dollari per influenzare in maniera non sempre legittima l’opinione della cittadinanza. Questo processo è stato definito “compra de conciencias”.


Luigi Infanti della Mora
È il vescovo della regione cilena di Aysen dal 1999 e l’autore della lettera pastorale Dacci oggi la nostra acqua quotidiana, interamente dedicata alla difesa dell’acqua come bene comune inalienabile.


Lilli Schindele
Lilli vive su un terreno che sarà inondato dopo la costruzione di una grande diga nella patagonia cilena. Lilli e la sua famiglia stanno lottando per salvare la propria casa, il proprio campo, la propria vita.


Hernan Guelet
Hernan possiede un terreno circondato da laghi e fiumi nella Patagonia cilena.
La strada non raggiunge ancora la sua casa. A poca distanza dal suo campo stanno per costruire una grande diga. I tecnici sostengono che il percorso del fiume non sarà modificato tanto da inondare la sua terra. Hernan ne dubita.